Un anno, 365 storie.

0 logo

0

Un anno, 365 persone, 365 storie.

Un anno di “Perchè lo fai?”, “Ma ti paga qualcuno?”, “Dove va a finire la mia foto?”.
Un anno di “Ma chi te l’ha fatto fare?” e di “Ma chi me l’ha fatto fare?”.

Un anno di “Mi piace quello che fai”. Un anno di “Non smetterei mai”.

C’è stato chi mi ha preso per pazza, chi ha sgranato gli occhi realizzando quanto è difficile (o semplice) rispondere. C’è stato chi aveva solo bisogno di sentirselo chiedere, chi invece stava facendo di tutto per non pensarci.

C’è stato chi aveva le idee chiare, chi invece era pieno di dubbi. Chi aveva tutto, chi non si sarebbe accontentato di niente.

C’è stato chi ha raccontato dettagli di sé a una sconosciuta che non ha mai confidato ai propri parenti.

La risposta a questa domanda è un po’ come la carta di identità. Quando è stato il turno delle persone che fanno parte della mia vita, la loro risposta non mi ha colto affatto di sorpresa. Mi rendevo conto che non poteva essere che quella, in quel momento della loro vita.

Qui e ora.

C’è stato anche chi mi ha chiesto: “E a te?”. La prima volta è stata una ragazzina, alla fermata del bus, di notte. Mi ha colta impreparata. Sbam.

“Il tempo”. Ho riposto. Ed è vero. Vorrei poter dedicare a ogni cosa che vivo tutto il tempo del mondo. La fretta è la nemica di ogni dettaglio.

Cosa mi mancava per essere felice prima di iniziare? Un superpotere, che adesso ho.

Quello di poter conoscere chiunque, semplicemente fermandolo.

Grazie,

Gaia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...