“Mio padre non lo vorrei ricordare”

232 logo-2

 – 232

“Non è mai stato facile. Niente nella mia vita lo è stato. Mia madre non la ricordo, mio padre sarebbe meglio non lo ricordassi.

A 17 anni già lavoravo, ma sono stato licenziato tante volte, per il mio temperamento burrascoso. Mi venivano attacchi d’ira, non li riuscivo a controllare.

Ora sono riuscito a trovare una sorta di equilibrio, lavoro e mi pago l’affitto, faccio una vita semplice, cerco di controllarmi. Vorrei riuscire per una volta a condurre un’esistenza lineare, come le altre persone”.

***

“Nothing in my life was easy. I don’t remember my mother and I would prefer not to remember my father.

At 17 I was already working, but I was fired many times, due to my troubled behavior. I was getting angry, I could not control it.

Now I managed to find a sort of balance, I work and pay the rent, I have a simple life, I try to control myself. I would like to have a linear life, like other people”.

[“Mi dicono alla radio, statti calmo, statti buono
Non esser scalmanato, stai tranquillo e fatti uomo
Ma io con la mia guerra voglio andare sempre avanti
E costi quel che costi, la vincerò non ci son santi“] cit.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...